/ La Rapunzel dei libri (e non solo): agosto 2016

mercoledì 31 agosto 2016

Welcome to Gallipoli | 22-25 AGOSTO 2016 |

Buongiorno lettori, oggi voglio parlarvi di Gallipoli, città in cui ho trascorso i primi quattro giorni della settimana scorsa.
‘Se non lasci casa, non sei veramente in vacanza’. Appena terminata la sessione estiva ho per davvero chiuso i battenti con i libri universitari e mi sono dedicata al blog, soprattutto mi sono immersa nella lettura. Sono davvero contenta della mia decisione perché con Agosto ho portato a termine più di 10  libri. Tuttavia non mi sentivo davvero in vacanza. La routine era sempre la stessa e talvolta alche il semplice far nulla è noioso. Seppure quest’anno le vacanze si son fatte attendere, io con altri miei amici siamo stati quattro giorni in una splendida città del Salento, nel Leccese, Gallipoli. La città offre molti servizi, quali bus turistici, noleggio bici, tandem, shot, noleggio delle due ruote o delle quattro ruote, e non solo… La città è ricca di lidi e locali accoglienti in cui è possibile bere e mangiare prelibatezze a costi non eccessivi. Insomma, nonostante sia una città che pullula di turisti, non è molto costosa, anzi accessibile a tutti.

Dopo una prima giornata trascorsa visitando i posti imperdibili della città e i locali in cui avremmo stazionato per pranzare e cenare, abbiamo noleggiato le bici e abbiamo raggiunto uno dei lidi più noti della città. Poco più distante dal centro città, dove abbiamo soggiornato, si trova il ‘Samsara’. Nonostante il tempo incerto, qui abbiamo trascorso gran parte della seconda giornata di vacanza. E’ superfluo dire che la spiaggia è un capolavoro e l’acqua cristallina è divina. Dopo due sere trascorse passeggiando per il lungomare della città e per il centro storico, abbiamo optato per una terza danzante. Non potevamo perderci la movida salentina, così abbiamo fatto tappa, mercoledì sera, al Praja, in diretta su m2o, suonavano due dj: Provenzano e Molella. Nonostante le ore piccole, per il quarto e ultimo giorno abbiamo raggiunto un parco divertimenti: Splash, appena fuori la città. Qui abbiamo alternato momenti di vero relax e momenti di euforia provando i diversi scivoli a disposizione. Pochi giorni ma intensi. Ecco quello che ci voleva per rallegrare questa estate e renderla un pizzico più divertente.

domenica 28 agosto 2016

'Amore e altre bugie' di Tarryn Fisher | Recensione |

Buongiorno lettori, eccovi un’altra lettura estiva, inserita nella TBR di Agosto: Tarryn Fisher con ‘Amore e altre bugie’, edito da Fabbri Editori a fine giugno 2016. Ero scettica circa la lettura del libro, non ero affatto convinta di volerlo leggerle, messa in guardai da molte lettrici. Non era (dopo la lettura sono più che convinta che non è) il tipo di libro che riesco ad amare ed apprezzare a pieno in quanto anch’io, timorosa delle conseguente che su di me possa avere un libro straziante, proteggo il mio cuore da letture capaci di strapazzarlo e ridurlo a brandelli. Tuttavia ho preso coraggio ed ho letto il libro, spinta dal nome della scrittrice, che ha collaborato con Colleen Hoover nella stesura di Never Never, anch’esso in TBR. 

AMORE E ALTRE BUGIE (THE OPPORTUNIST) | TARRYN FISHER | 
LOVE ME LIES SERIES #1 (-1.AMORE E ALTRE BUGIE -2.DIRTY RED -3.THIEF)
NEW ADULT | 300 PP | FABBRI EDITORE | 23/06/2016

Olivia è bella, intraprendente e senza scrupoli. Nella vita e nell'amore. Quando scopre che Caleb, il suo ex fidanzato, ha perso la memoria non ha dubbi sul da farsi: ingannarlo e riconquistarlo, per riavvolgere il nastro della loro storia e tornare a prima che lei lo lasciasse, pur amandolo ancora. L'unico ostacolo al suo piano è la nuova fidanzata di Caleb, Leah, che farà di tutto per tenersi stretto un ragazzo speciale...

RECENSIONE 
"Cuori spezzati, lacrime e rimorsi mi legano  lui."
Non saprei come iniziare la recensione di un libro come questo. Non esistono parole adatte per iniziare a parlare del libro. Ho così tante emozioni contrastanti tra loro che non so ancora dire se il libro mi è piaciuto o meno. Credo che la miglior cosa da fare sia riprendere ciò che ho pensato appena dopo aver letto la parola fine: ma cosa aveva in mente la scrittrice prima di scrivere questo libro? Voleva rompere il cuore di tutti i lettori?
Con queste parole ho davvero colto in pieno il mio stato d’animo. Non ho ben compreso il motivo per il quale la scrittrice abbia raccontato una storia così contorta, dove niente è lasciato al caso ma tutto è costruito per far male. Tutto, ogni cosa bella viene intaccata dal male, dalla cattiveria, dalle bugie. E’ sicuramente un libro sui generis, un romanzo molto diverso dai soliti, un romanzo d’amore e dolore, perché i protagonisti si amano ma si odiano allo stesso tempo. Come è possibile scrivere una storia così malata e perversa, magari con l’intenzione di indurre il lettore a provare odio per i protagonisti? Non ho mai letto un romanzo così costruito, in cui emergono con evidenza le due facce dell’amore. ‘Chi si ama si odia’, prima di questo libro non capivo questo detto.
Manipolazioni, intrighi, cattiveria, artifizi, menzogne, macchinazioni tutto questo compone il libro, senza che ci sia un freno basato sull’eticità dei protagonisti, perché nessuno di loro sembra avere un senso di colpa o un rimpianto per quello che è successo, se non al termine del romanzo quando conosciamo un Olivia Kaspen diversa, ormai più matura, sulla via della redenzione. E’ solo al termine del libro che Olivia comprende i suoi errori e il suo rimpianto più grande: Caleb Drake.
Non vi svelerò molto, sono quasi sicura che la mia diffidenza nella lettura sia dovuta dalle molteplici recensioni lette. Ammetto di essermi lasciata influenzare dalle preferenze dei blogger sulle protagonisti: Leah o Olivia. Non voglio assolutamente che questa recensione sortisca lo stesso effetto, pertanto mi limiterò a raccontarvi, senza svelare molti dettagli, la storia e a darvi un piccolo e complessivo parere.

mercoledì 24 agosto 2016

'Non dimenticarmi mai' di Robin York | Recensione

Salve lettori come state? Eccomi di ritorno con una recensione. Il libro del quale vi parlo oggi si intitola ‘Non dimenticarmi mai’ di Robin York, primo romanzo della serie Caroline & West.

NON DIMENTICARMI MAI (DEEPER) | ROBIN YORK | CAROLINE & WEST SERIES #1 (-1.NON DIMENTICARMI MAI -2.HARDER) |
NEW ADULT | NEWTON COMPTON | 29 LUGLIO 2016
Una studentessa universitaria viene attaccata online e deve ricostruire la sua reputazione – e stare alla larga da un ragazzo che è sbagliato per lei, ma che le sembra perfetto.
Quando l’ex fidanzato di Caroline Piasecki posta i loro scatti privati su internet, distrugge la sua reputazione di brava ragazza. All’improvviso il suo futuro, una volta così promettente, non sembra più così roseo. Caroline cerca di far sparire le foto, sperando che il tempo seppellisca la sua vergogna. Poi un ragazzo che conosce appena corre in suo aiuto e mette il suo ex al tappeto. West Leavitt è l’ultima persona di cui Caroline ha bisogno nella vita. Sanno tutti che è un tipo strano e misterioso. Ma Caroline è attratta dalla sua sicurezza, nonostante abbia promesso a suo padre di tenersi alla larga da lui. Di notte, quando non riesce a dormire, Caroline inizia ad avventurarsi nel locale dove West lavora. Si frequentano, parlano, si ascoltano. Anche se si dichiarano soltanto amici, i loro sentimenti si fanno sempre più intensi finché diventa impossibile continuare a fingere. Il suo rapporto con West si fa sempre più complicato e sarà difficile per Caroline scoprire cosa vuole davvero, ma riuscirà a trovare il coraggio di cui ha bisogno per rispondere agli attacchi di chi vuole giudicarla.
Quando tutto sembra perduto, a volte ci si può rifugiare soltanto più a fondo.

RECENSIONE
Sapevo che questo romanzo avrebbe trattato temi di non poca importanza, temi che si evincono fin da subito, basti leggere la trama o semplicemente le prime pagine del libro. Tuttavia ho dato ascolto a molti lettori che mi hanno preceduto nella lettura del romanzo, loro lo consigliano senza remore, proprio perché permette di avvicinarci ancor più alla realtà. Non tutte le relazioni sono vere, basate sull’amore e sulla lealtà, molte sono malate o solo basate sul sesso. E’ in questo libro in cui scorgiamo la differenza tra una vera relazione da quella fallace, da quella che non si potrebbe neanche definire relazione, basata sul semplice do ut des, ti do perché tu mi dai.
Ho apprezzato il romanzo, perché mette in mostra un lato della relazioni che troviamo molto raramente nei romanzi, un fenomeno questo, dal nome ‘revenge porn’, del quale ce ne parla la scrittrice nelle note, al termine del romanzo. E’ incredibile quanto dilaghi questo fenomeno in alcuni Stati dell’America perché non riconosciuto, ad eccezione di California e New Jersey, come un reato, punibile con la legge. Mi domando come sia possibile che nel ventesimo secolo siano permesse queste pratiche.
E’ Caroline ad esser vittima di ‘pornografia non consenziente’, il suo ragazzo Nate, nel quale riponeva piena fiducia, ha scattato delle foto durante i loro rapporti e quelle foto sono state pubblicate presso siti internet. Le foto sono state diffuse come un virus e ogni collegiale è a conoscenza delle foto, così tutti etichettano Carol come una poco di buono.
Carol è davvero disperata, non avrebbe mai creduto che Nate fosse così meschino da tradirla in tal modo, soprattutto perché in quelle foto non è da sola. Seppure il suo viso è in bella mostra, non è sola e Nate sa bene di esser con lei in quelle foto. Carol teme il futuro, teme che quelle foto possano compromettere il futuro da avvocato perché ciò che viene pubblicato in rete resta sempre in rete, tuttavia Nate non può esser denunciato in alcun modo, nonostante non avesse avuto consenso di pubblicare le foto, non è punibile per legge. L’unico modo per Carol di salvare la sua futura reputazione, lontano da quel college, è di cancellare le foto, chiedere ai siti internet di rimuoverle e pagare qualcuno che faccia comparire le foto rimaste come ultimi dati di ricerca. La sua battaglia per costruirsi un futuro lontano dal suo incubo non la combatte sola, le resteranno accanto la sua compagna di stanza Bridget e poi West e Krishna.

lunedì 22 agosto 2016

'Il contratto' di Elle Kennedy | Recensione



Buongiorno lettori, oggi vi parlo di ‘Il contratto’ (The Deal) di Elle Kennedy, edito da Newton Compton ad agosto 2016.
 IL CONTRATTO (THE DEAL) | ELLE KENNEDY | OFF-CAMPUS SERIES #1 | NEW ADULT/SPORT | 352 PP | NEWTON COMPTON | 05/08/2016
Hannah Wells è una studentessa modello. Una di quelle ragazze intelligenti che al college non godono di nessuna popolarità. Ora si è presa una bella cotta per il ragazzo più fico della scuola, ma c’è un problema: per lui Hannah non esiste. Come fare per farsi notare?
Garrett Graham è un bad boy, ed è anche uno dei ragazzi più popolari della scuola, grazie alle sue imprese sul campo da hockey. Ma le speranze di un grande futuro rischiano di andare in fumo perché i suoi voti sono troppo bassi. Avrebbe bisogno di un aiuto per superare l’esame finale e poter diventare un giocatore professionista…E allora è naturale che i due stringano un patto. Hannah sarà la tutor di Garrett fino alla fine dell’anno. In cambio, Garrett fingerà di uscire con lei per accrescere la sua fama: a quel punto tutti la noteranno di sicuro. Ma qualcosa va storto e quel bacio in pubblico, tra Hannah e Garrett, non sembra poi così falso…
 
RECENSIONE
Inaspettato e coinvolgente. In un mattino ho divorato questo libro, cosa alquanto insolita per me, dato i miei ritmi di lettura, ma questo libro mi ha travolta in modo inspiegabile. Conoscete la sensazione di non averne mai abbastanza? La storia tiene incollati alle pagine del libro, fin quando non ti ritrovi da un momento all’altro, come se il tempo non fosse mai trascorso, al termine del romanzo, alla parola FINE.
Sono certa al cento per cento che continuerò la lettura della serie, sulla quale abbiamo ottime, se non eccellenti, notizie. Entro l’autunno saranno pubblicati dalla casa editrice Newton Compton il secondo, terzo e quarto romanzo. Io sono elettrizzata per la notizia, e voi?
Per chi non avesse ancora letto il libro, vi metto in guardia: non giudicate il libro dal titolo, è un errore pensare che la storia nasce grazie un contratto in cui si definiscono le condizioni di una relazione sessuale. Non è assolutamente così. Più volte mi sono domandata se questo titolo fosse adatto o meno al racconto e in più occasioni ho risposto negativamente. Proprio il titolo non mi ha invitato alla lettura, peggio di così non si può, direi. Sono proprio i titoli e le copertine che dovrebbero incoraggiare un lettore ad acquistare il libro e  iniziare la lettura, tuttavia né l’uno e né l’altra mi hanno entusiasmato, ma i commenti positivi dei lettori mi hanno convinta e così il libro è finito ben presto sul mio kobo. Perciò, regola n°1: iniziate il romanzo solo se avete largo tempo a disposizione perché una volta aperto lo vorrete finire e regola n°2: non fidatevi del titolo!
Un’insufficienza, un brutto voto è quello che non può permettersi Garrett, capitano della squadra di hockey. Una cattiva media potrebbe compromettergli il futuro e lui non vuole altro che diventare un giocatore professionista. Lì in quell’aula, con il voto del suo compito dinnanzi, Garrett freme di rabbia e proprio quando decide di abbandonare l’aula che si imbatte in una compagna di classe, della quale non conosce il nome, ricorda solo che il suo nome inizi per M. Scontrandosi con lei, tutti i libri che Hannah porta tra le sue braccia finiscono per terra ed è così che Garrett viene a conoscenza della A che Hannah ha preso ad Etica filosofica. Garrett farà di tutto, ma davvero ogni cosa, perché Hannah ceda alle sue insistenti richieste di dargli ripetizioni. Ma Hannah è debole in un solo punto: Justin Kohl.

sabato 20 agosto 2016

DUE CHIACCHIERE + PAUSA ESTIVA BLOG

Ciao amanti della lettura, eccomi oggi a scrivervi un post che desideravo pubblicare tempo prima. Tuttavia, non mi sono mai seduta dinnanzi il pc per raccontarvi cosa stesse succedendo e il motivo per il quale non stessi più pubblicando quotidianamente post. Non allarmatevi, non è accaduto nulla di eclatante, solamente sono stata senza pc e connessione per un po’ di giorni. Questo non mi ha impedito di leggere tanto, ma davvero tantissimo, infatti  conto tantissime recensioni ancora da scrivere, ma pian piano riuscirò a metter tutto per iscritto. Il relax che desideravo si è realmente avverato: leggere, leggere e ancora leggere. Non ho preteso nulla di più che stare in pace e leggere un libro piacevole, o meglio, più di uno. La mia TBR estiva era troppo ambiziosa, metteteci che ho anche inserito libri non previsti, di nuova pubblicazione, perciò è chiaro che non riuscirò a portarla a termine, ovviamente. Alcuni di questi libri passeranno nella TBR di settembre, riprenderò difatti la rubrica mensile dedicata alla TBR del mese appunto, in quanto tantissimi sono ancora i libri arretrati  che devo e voglio leggere. Se volete farvi un piccola idea potete cliccare qui e vi comparirà la  mia lunga TBR che tra l’altro non vede alcune aggiunte recenti, che ho appuntato solo in quella cartacea. Provvederò ad aggiornare tutto molto presto, ho bisogno solo di un po’ di tempo in più. Ecco il vero nocciolo della mia situazione: seppure io pensi che il blog non sia un lavoro ma un bellissimo piacere, ho preferito tuttavia staccare la spina per qualche giorno, così da potermi godere alcune giornate al mare in famiglia e con amici. Avevo bisogno di sentirmi veramente in vacanza e l’unico modo per farlo era uscire di casa. Ma, come qualsiasi essere umano, sento ben presto la mancanza delle cose che amo e soprattutto ho avuto una forte nostalgia del blog e dei vostri commenti. Ben so che questo è un periodo critico, certo non spopolano i commenti sul mio angolino, ma pubblicare è pur sempre un modo per esservi vicino. Insomma, scrivere ma soprattutto scrivere per voi mi è mancato, le vostre opinioni mi sono mancante. Tornate presto perché mi mancante, ok? 

giovedì 18 agosto 2016

'Il viaggio che mi ha cambiato la vita' di Jen Malone | Recensione

Buongiorno lettori, perdonate la mia assenza (magari vi parlerò degli ultimi eventi in un post diverso), ma oggi recensisco un libro davvero molto carino, leggero e frizzante, quello che mi occorreva dopo essermi immersa in una lettura impegnativa, il libro in questione è ‘Il viaggio che mi ha cambiato la vita’ di Jen Malone (Wanderlost), edito da Harper Collins il 7 luglio.
IL VIAGGIO CHE MI HA CAMIATO LA VITA  (WANDERLOST) | JEN MALONE | STANDALONE | YOUNG ADULT/TRAVEL | 352 PP | HARPER COLLINS | 7 LUGLIO 2016

La diciassettenne Aubree ha sempre idolatrato la sua avventurosa e perfetta sorella maggiore, anche se è sempre stata più che contenta di seguire le sue peripezie per il mondo dalla confortevole casetta dove vive insieme ai genitori adoranti. Così, quando Elizabeth si mette "un tantino nei guai" per la prima volta in vita sua - per coprire Aubree per giunta - e ha bisogno davvero dell'aiuto dell'impacciata sorellina, Bree ne è lusingata, ma rimane irremovibile. Non potrebbe mai, in nessun modo, riuscire a fare quello che le chiede Elizabeth: impersonare la sorella, uscita fresca fresca dal college, per tutta l'estate, così che possa guadagnarsi la raccomandazione che le serve per aggiudicarsi il lavoro dei sogni. No, no, no! Non accadrà mai. Soprattutto dal momento che il lavoretto estivo di Elizabeth consiste nel fare da guida per un tour in pullman. Un tour in pullman attraverso l'Europa. Un tour in pullman attraverso l'Europa per anziani. Tutto ciò, ovviamente, molto prima di sapere del figlio super-carino (e non anziano) dell'organizzatrice. Bree sarebbe pazza ad accettare. O, no?

RECENSIONE
Avevo adocchiato questo libro da tempo, purtroppo a causa dei romanzi arretrati e a causa delle numerose e invitanti pubblicazioni del 07 luglio, mi sono fatta scappare questa perla. Fortunatamente, il libro non è finito nel dimenticatoio grazie a goodreads.com, che tra i libri raccomandati mi segnalava ‘Wanderlost’, un Young Adult edito da HarperTeen a maggio 2016. Cliccando qui potete conoscere le altre raccomandazioni di goodreads.com. Insomma, dopo delle brevissime ricerche seppi che quel libro era stato pubblicato in Italia, con tempi record, da una casa editrice che adoro, l’Harper Collins, e non attesi altro tempo perché fosse nel mio lettore digitale.
Ho iniziato la lettura solo l’altro ieri e in pochissime ore avevo già superato le cento pagine. Un viaggio ricco di peripezie in compagnia di sei fantastici signori over sessantenni. Non avrei mai pensato di apprezzare questo libro in tutto e per tutto, in ogni suo profilo. La storia è perfetta, non l’avrei cambiata di una virgola. E’ semplicemente favoloso aver letto di una storia in cui realtà e fantasia siano ben mescolate tra loro. La scrittrice nelle note parla al lettore dicendogli che questo romanzo non è frutto intero della sua fantasia, ma la sua inspirazione è tratta dai diari di sua nonna Emma, conservati con tanto amore, nei quali la donna racconta dei suoi viaggi a bordo di una carrozza quando ancora era giovane. Per la scrittrice è stato semplice trasformare quella carrozza in un pulmino ed arricchire il racconto dei ricordi che le sue nonne Emma e Mary le hanno lasciato. Un altro aspetto che mi ha colpito sono le parole finali della scrittrice, che invita ogni lettore, che abbia preso in mano quel libro, a viaggiare. Partire con uno zaino in spalla ed affrontare la realtà di tutto il mondo. Lei l’ha fatto, prima che assumesse le responsabilità di donna, moglie e mamma, dietro consiglio dei suoi genitori, soprattutto di suo padre. Come donna che l’ha vissuto sulla sua stessa pelle, consiglia di viaggiare per tutto il mondo, perché il mondo è nostro.

“Viaggiare può essere destabilizzante, lo vedo ogni giorno. Ma non ti preoccupare, in pochissimo tempo sarai di nuovo te stessa.”

mercoledì 10 agosto 2016

'So che ci sei' e 'Il mio lieto fine sei tu' di Elisa Gioia | Recensione

Buongiorno lettori, oggi una duplice recensione. Ho recuperato la duologia di Elisa Gioia, 'So che ci sei' e 'Il mio lieto fine sei tu', pubblicata da Piemme e l'ho divorata in pochissimi giorni. Se non fosse stato per 'It ends with us' di Colleen Hoover, che ha messo in pausa la lettura di 'Il mio lieto fine sei tu', avrei scritto e pubblicato questa doppia recensione giorni fa. Ma come fa quel detto? Ecco, meglio tardi che mai!

SO CHE CI SEI (THE HOOK) | ELISA GIOIA | 
DUOLOGIA #1 (-1.SO CHE CI SEI -2.IL MIO LIETO FINE SEI TU)
NEW ADULT | 384 PP | PIEMME | 30/06/2015
C’è qualcosa di peggio che essere tradita e mollata dal ragazzo con cui pensavi di passare tutta la vita. Ed è vederlo online su WhatsApp, per tutta la notte, e sapere che non sta scrivendo a te, non sta pensando a te, ma a qualcun altro. È proprio quello che capita a Gioia al suo ritorno da Londra, dopo aver passato mesi facendo di tutto per tornare da Matteo, cantante di un gruppo rock che sembrava irraggiungibile e invece quattro anni prima era diventato il suo ragazzo. Peccato che ad aspettarla all’aeroporto, al posto di Matteo, ci sia il padre di Gioia, l’aria affranta e un foglio A4 tra le mani, con la magra e codarda spiegazione del ragazzo che non ha neanche avuto il coraggio di lasciarla guardandola negli occhi. Dopo mesi di clausura, chili di gelato e un rapporto privilegiatissimo col suo piumone, però, Gioia si fa convincere a passare un weekend con le sue migliori amiche a Barcellona. Non c’è niente di meglio di un viaggio, qualche serata alcolica e un po’ di chiacchiere tra donne per riparare un cuore infranto. Se poi a questo si aggiunge un incontro del tutto inaspettato con un uomo che pare spuntato direttamente dalla copertina di un magazine di successo, la possibilità di ricominciare pare ancora più vicina. E, soprattutto, la consapevolezza che l’amore vero non ha bisogno di “ultimi accessi” di status o faccine sorridenti. È tutto da vivere, là fuori, a telefoni rigorosamente spenti.

RECENSIONE
Spesso e volentieri mi trovo a compiere una scelta difficile: quale libro leggere? Spesso, come in questo caso, ho alternato due generi letterari. Dopo un Young Adult, 'The Crown' di Kiera Cass, sono stata travolta dall'uragano di 'So che ci sei', nonché Gioia Caputi. Sono subito entrata in empatia con questa ragazza, un tantino pazzerella, che mi ha portato in una bella fiaba, una che molte di noi sognano ad occhi aperti. Ebbene sì, lettrici, Gioia dovrebbe essere un esempio per tutti noi, quando si chiude una porta si apre un portone. Anche quando il nostro amoroso ci lascia, non disperiamoci...potrebbe ben presto arrivare il principe azzurro a salvare il nostro cuore. 
Ammetto che questa storia mi è sembrata troppo incredibile e straordinaria per esser vera, ma mai dire mai. Chissà che i sogni non si avverino e diventino realtà? Ci pensate mai? Credete che esista davvero il principe azzurro? Anche se non credete esista nella realtà, fingete di crederci quando iniziate questo libro, altrimenti non comprenderete a pieno i sentimenti della nostra beniamina. 
Gioia è partita per Londra per questioni di lavoro, il suo soggiorno durerà solo pochi mesi e data la brevità, Gioia e Matteo si sono promessi fedeltà e fiducia, l'uno aspetterà l'altro, così da poter continuare serenamente e felicemente la loro storia d'amore. Peccato che Matteo non mantenga la parola e al suo ritorno, Gioia lo trova tra le braccia di un'altra.
Quelli che seguono sono giorni infernali per Gioia, ma è grazie alle sue amiche se esce di casa e parte alla volta di Barcellona. Ancora con cuore infranto, Gioia non si accorge di Christian, un bellissimo uomo, dalla stazza di David Gandy, con occhi color caramello. E' lui che le salverà la carriera, quando disperata non riesce a inviare una preziosa email al suo capo. Tra i fiumi dell'alcool e la disponibilità dell'uomo, Gioia e Christian si baciano ma Gioia non si aspetta davvero di ritrovare quell'uomo proprio nel luogo di lavoro come cliente e, per di più, che sia il nipote del suo temutissimo capo. 
Scintille lettori, aspettatevi di leggere scintille che prendono vita tra i due, non serve che stiamo a distanza ravvicinata, anche in una stanza ricca di gente, è tangibile la loro intesa e il loro feeling. Gioia, però, non è ancora pronta a lasciarsi andare in un'altra relazione. Ha chiuso il suo cuore con un lucchetto dentro una cassaforte, ma come poter resistere ai suoi occhi, alle sue labbra e a quel sorriso che sembra illuminarle tutta la giornata?
Gioia sa che Christian è fuori la sua portata, eppure Christian la guarda con occhi diversi, quelli di un uomo, che non sia ricco, che non sia bello, che non sia lo scapolo più ambito della Grande Mela, insomma Christian si lascia affascinare da quella ragazza genuina che gli è davanti, così farà di tutto e di più perchè Gioia lo lasci entrare nel suo cuore. 

martedì 9 agosto 2016

'It ends with us' di Colleen Hoover | Recensione

Buongiorno lettori, oggi è un giorno speciale, ho scritto la recensione di 'IT ENDS WITH US', il nuovo romanzo di Colleen Hoover, pubblicato da Atria Books il 2 Agosto. Per quelli che mi conoscono sanno che sono una vera frana nelle lingue straniere, tuttavia ho deciso di affrontare questa lettura e non me ne sono pentita. 'It ends with us' è un must read, spero che lo possiate leggere anche voi, nella lingua italiana, al più presto.


"A volte è chi ti ama che ti fa più male."
Lily non ha mai avuto una vita facile, non ha mai smesso di lavorare duramente per la vita che desidera. Ha percorso una lungo cammino dalla piccola città del Maine, dove è cresciuta. Si è laureata al college, si è trasferita a Boston, e qui ha iniziato la sua attività in proprio. Quando prova qualcosa per lo splendido neurochirurgo di nome Ryle Kincaide, tutto nella vita di Lily sembra andare improvvisamente troppo bene perchè sia vero. 
Ryle è un uomo determinato, testardo, e forse un po' arrogante. E' gentile, brillante ed ha un debole per Lily. Il modo in cui indossa il suo camice non è niente male. Lily non può smettere di pensarlo, ma Ryle è contro le relazioni amorose. Anche se Lily è l'eccezione alla sua regola 'nessun appuntamento', non smette di chiedersi cosa sia successo in lui.
Le domande sulla sua relazione sentimentale sopraffanno Lily, tanto da farle pensare Atlas Corrigan, il suo primo amore, un legame con il passato, che si è lasciata alle spalle. Lui era un animo affine, il suo protettore. Quando Atlas improvvisamente riappare, ogni cosa costruita da Lily con Rile è minacciata. 
Con questo romanzo coraggioso e profondamente personale, Colleen Hoover ci offRe una storia straziante che le spiana il terreno come scrittrice. Il libro è la combinazione di una storia d'amore accattivante con un cast di personaggi tutti troppo umani (reali), 'It ends with us' è una storia d'amore indimenticabile, che può avere un alto costo.

RECENSIONE
'Hai ragione. Io ti ho ferito, ma anch'io sono ferito.'
Okay, devo provarci. Oggi scriverò la recensione di un romanzo che ormai è diventato parte di me. E' un pensiero costante, uno che ha lasciato il segno, uno che non dimenticherò mai, uno che entra di diritto nella lista dei miei libri preferiti. Un libro che sa di vita e che dà emozioni vere, le potrai quasi toccare, potrai sfiorare le lacrime che righeranno il tuo viso e ascoltare il battito furioso del tuo cuore, potrai sentire sulla tua belle leggeri brividi. Ho temuto di non entrare in empatia con i personaggi perchè troppo preoccupata della difficoltà della lingua straniera, ma non è stato così. La lettura è stata tanto scorrevole che me ne meraviglio. Lo ammetto, non avrei mai pensato di poter divorare in tal modo un  libro in lingua inglese, io, proprio io, che sono anti-english.
Dopo questo libro ho davvero preso atto di cosa mi son persa in tutti questi anni, precludendomi la lettura in lingua originale, e direi che devo rimediare, anche al più presto.
CoHo è una della migliori scrittrici, non lo metto in dubbio, ma mi credete quando vi dico che non ero preparata a It Ends with us? Non ero psicologicamente preparata a questo romanzo troppo reale e vero, non ero preparata a sentire sulla mia pelle e nel mio stomaco tutte quelle sensazioni che mi ha suscitato. Cielo, ricordo ancora ora il mio stato di shock mentre leggevo le note della scrittrice, ed erano SOLO. LE  NOTE. DELLA. SCRITTRICE.
E' stato un romanzo molto difficile da scrivere, ci rivela la scrittrice., ma dopo averlo letto credo che non sia solo difficile da scrivere un romanzo come questo ma che sia difficile anche leggerlo. Miei cari lettori, siamo dinnanzi ad un libro che potrà spezzare il vostro cuore, il mio l'ha già ridotto in mille pezzettini, che ora chiedono di esser ricuciti. E' davvero un libro molto intenso e pieno di amore e dolore. Credevo davvero di esser in un status mentale tale di esser pronta ad affrontare questa storia, tanti lettori oltreoceano mi avevano messa in guardia, pensavo che senza lo stress universitario mi sarei goduta a pieno questo libro, in realtà, nonostante le mie vacanze dallo studio, il libro mi ha ridotta 'uno straccio', per questo penso che non esista davvero un momento della nostra vita adatto per leggerlo. Vi direi di leggerlo nel momento in cui siete felici, molto felici, ma perchè spazzar via questa bolla di felicità? Nessuno è pronto per leggere un libro come questo, nessuno resta immune da questa storia e nessuno, dico nessuno, riuscirà a restar apatico. Non potrete sottrarvi alle sensazioni che vi scatenerà e pregherete, proprio come ho fatto io, che la scrittrice vi regali un lieto finale, perchè la vita reale è fin troppo amara perchè i libri, quelli che ci regalano ottima compagnia , speranza e fiducia nel prossimo e nel futuro, possano terminare senza cuori e fiori.

lunedì 8 agosto 2016

'Il viaggio che mi ha cambiato la vita' di Jen Malone | What's on my bedside table?

Salve lettori, eccomi di ritorno. Mi scuso per l'assenza del weekend ma sabato ho preferito spegnare il pc e godermi l'ultimo capolavoro della Hoover, con il rumore della pioggia da sottofondo. Ieri, invece, ho trascorso la giornata fuori casa, in occasione del compleanno di mio zio, ed ero distrutta, ho provato a scrivere il post domenicale, ma non c'è l'ho fatta. Così sono andata a letto ed ho rimandato tutto all'indomani. Eccomi qui, finalmente, a scrivervi. Mi è mancato un sacco aggiornare il blog, così rimedio subito. Il post di oggi è una rubrica: What's on my bedside table? 
Argh, questa rubrica mi mette in serie difficoltà, in quanto non ho ancora compreso i tempi di pubblicazione. Scatto le foto da mostrarvi e poi sul più bello, appena prima della pubblicazione, il libro è già bello che terminato. Tuttavia ho deciso di pubblicare questo post oggi mostrandovi la mia futura lettura, quella che ospita il mio comodino e che inizierò esattamente stasera. Sarà un post un po' particolare perchè non potrò scrivervi alcun estratto dato che devo ancora iniziare a leggerlo. 

IL VIAGGIO CHE MI HA CAMBIATO LA VITA (WANDERLOST) di JEN MALONE. 
Young Adult | 352 pp | Harper Collins | 07/07/2016
La diciassettenne Aubree ha sempre idolatrato la sua avventurosa e perfetta sorella maggiore, anche se è sempre stata più che contenta di seguire le sue peripezie per il mondo dalla confortevole casetta dove vive insieme ai genitori adoranti. Così, quando Elizabeth si mette "un tantino nei guai" per la prima volta in vita sua - per coprire Aubree per giunta - e ha bisogno davvero dell'aiuto dell'impacciata sorellina, Bree ne è lusingata, ma rimane irremovibile. Non potrebbe mai, in nessun modo, riuscire a fare quello che le chiede Elizabeth: impersonare la sorella, uscita fresca fresca dal college, per tutta l'estate, così che possa guadagnarsi la raccomandazione che le serve per aggiudicarsi il lavoro dei sogni. No, no, no! Non accadrà mai. Soprattutto dal momento che il lavoretto estivo di Elizabeth consiste nel fare da guida per un tour in pullman. Un tour in pullman attraverso l'Europa. Un tour in pullman attraverso l'Europa per anziani. Tutto ciò, ovviamente, molto prima di sapere del figlio super-carino (e non anziano) dell'organizzatrice. Bree sarebbe pazza ad accettare. O, no?

PERCHÉ HO DECISO DI LEGGERLO:
Questo romanzo è fresco fresco di stampa anche negli USA, ed è grazie all'Harper Collins che anche noi lettori italiani, senza la difficoltà della lingua straniera, possiamo godercelo.
Ben valutato dagli utenti di goodreads.com, 'Il viaggio che mi ha cambiato la vita' è uno dei libri consigliati per amanti del genere Young Adult come me. Adatto poi al periodo vacanziero ed estivo, sono pronta per partire con Aubree e vivere con lei le numerose avventure on the road. Sono entusiasta di viaggiare con la mente per tutta l'Europa, vi va di farlo con me? E' un invito alla lettura, certo!
Ho terminato poco tempo fa il nuovo romanzo della Hoover e sono sempre più titubante sulla prossima lettura, temo di non saperla apprezzare come dovrei, ma magari quello Jen Malone è il libro giusto, quello che può regalarmi meno drammi e più baci e cuori, proprio quello che desidero.

venerdì 5 agosto 2016

'Niente regole' di Emma Chase | RECENSIONE

Ciao readers! Da ieri ho fatto una full immersion con il nuovo libro della Hoover, dal titolo 'It Ends with us', che vi ho presentato nello Special Colleen Hoover,  pertanto vi lascio le parole di Gracy su una delle sue ultime letture. La recensione di oggi è doppia, conta di un libro e di una novella, incentrata su gli stessi protagonisti del libro. Parliamo del secondo romanzo della serie Sexy Lawyers, NIENTE REGOLE e di LE REGOLE DELL'AMORE di Emma Chase, editi da Newton Compton.


NIENTE REGOLE (SUSTAINED) | EMMA CHASE | 
SEXY LAWYER SERIES #2 (-1.AMORE ILLEGALE -2.NIENTE REGOLE -3.AMORE SENZA REGOLE -3.5 LE REGOLE DELL'AMORE)
ADULT FICTION | 290 PP | NEWTON COMPTON | NOVEMBRE 2015
A Washington la vita per un avvocato può essere davvero difficile. Lo sa bene Jake Becker, che ha fama di essere un uomo freddo, insensibile e a tratti intimidatorio. Ma Jake si riconosce in questa descrizione e gli sta bene così. Sa che è necessario, soprattutto quando deve torchiare un testimone. Non ama le complicazioni. Per lui sono i fatti che contano, e al cliente chiede di raccontare solo quelli. Nient’altro. Non desidera diventare uno psicoterapeuta, né un principe azzurro. Finché, a complicare la sua vita, arrivano Chelsea McQuaid e i suoi sei nipoti orfani… Chelsea è troppo dolce, troppo innocente, e bellissima: e questo non è affatto un bene per Jake, che cerca di rimanere professionale e distaccato di fronte a lei. Ma Chelsea ha bisogno di qualcuno che la aiuti, che la difenda. E Jake conosce bene il suo mestiere.

RECENSIONE
Se nel primo romanzo abbiamo conosciuto l'avvocato Stanton Shaw, nel secondo la scrittrice ci fa conoscere Jake Becker, suo collega con il quale condivide lo studio legale. I due libri sono auto-conclusivi, in quanto ognuno racconta di personaggi differenti, ma è opportuno, senza dubbio, che leggiate i libri in ordine di pubblicazione perchè nel secondo libro ritornano Stanton e Sophia.
Jake è un avvocato penalista, un uomo tutto d'un pezzo, freddo e distaccato, che è solito cambiare letto e donne con grande facilità. Non lo si potrebbe definire un sentimentalista, questo è il Jake che traspare dalle prime pagine, ma preparatevi lettori, ben presto scoprirete un uomo molto diverso. Le apparenze ingannano.
La vita di Jake cambia in un attimo, quando Rory, un ragazzino di quasi 10 anni, tenta di rubargli il portafoglio. Jake deve riportare il delinquente dai suoi genitori, ed è proprio dietro al porta di casa di Rory che incontra Chelsea, tutore legale di Rory. Chi è quella bellissima donna? Jake prova immediata attrazione per lei, per questo vuole scoprire quale tipo di legame c'è tra il ragazzino e la donna. E' certo che quando viene a conoscenza che Chelsea è solo la zia di Rory, in quanto i suoi genitori sono morti in un incidente, Jake è molto sollevato.Lui nutre la speranza di fare colpo su di lei, un mix di dolcezza e bellezza, peccato che non si aspetta che Chelsea è il tutore legale di ben 6 nipoti di età diversa tra loro. Come prenderà questa notizia l'avvocato? Continuerà a corteggiare la donna o no?
Chelsea ha una vita frenetica, deve prendersi cura di ben 6 bambini, ognuno dei quali porta problemi: Rory distrugge una Ferrari, Riley, la ragazza più grande, si fa beccare ubriaca...e tanti altri grattacapi porteranno Chelsea a rivolgersi da un avvocato, Jake, che prenda le loro parti e che in tribunale li difenda.
Jake non batterà ciglio alla richiesta di Chelsea, ed è a partire da questo momento che il lettore conosce un Jake diverso. Chelsea entra nella sua vita stravolgendola, con un solo bacio  si accende la loro passione ed è da quel momento  che Jake si mostra essere l'uomo del quale Chelsea ha bisogno. Certo, Chelsea non ha una vita facile, allora cosa farà l'avvocato? Si barcamenerà in questa avventura o fuggirà da tutte le responsabilità e perderà Chelsea?
Non resta che leggere il romanzo per scoprirlo.

giovedì 4 agosto 2016

'Maledette bellissime bugie' di Kendall Ryan | RECENSIONE

Salve lettori, come state trascorrendo questa estate? Pronti per fare le valige e partire in vacanza? Per me ancora pochissimi giorni e finalmente mi godrò la costa salentina. Sto contando i giorni che mi separano da queste spiagge e dalla movida della città di Gallipoli. Vi racconterò tutto nel Weekly Recap al mio ritorno, perciò stay tuned! Ovviamente metterò un annuncio, proprio sotto il menù, per avvisarvi che il blog resterà inattivo per pochissimi giorni, anche se spero di pubblicare via cellulare, I hope.
Basta ciance perchè oggi diamo largo spazio alla seconda recensione della settimana: 'Maledette bellissime bugie' (Filthy Beautiful Lies) di Kendall Ryan, primo romanzo della serie Filthy Beautiful Lies, edito da Newton Compton il 27 luglio 2016. La serie conta di ben quattro romanzi, i primi due raccontano di Colton e Sophia, di un terzo standalone incentrato su Pace, fratello di Colton, e Kylie e infine un quarto, anche questo standalone, incentrato su Collins, fratello di Colton e Pace, e Mia.
MALEDETTE BELLISSIME BUGIE | FILTHY BEAUTIFUL LIES | KENDALL RYAN | 
FILTHY BEAUTIFUL LIES SERIES #1 (-1.MALEDETTE BELLISSIME BUGIE -2.FILTHY BEAUTIFUL LOVE -3.FILTHY BEAUTIFUL LUST -4.FILTHY BEAUTIFUL FOREVER) |
ADULT FICTION | 224 PP | NEWTON COMPTON | 26/07/16
Colton Drake ha accettato di pagare un milione di dollari per Sophie senza battere ciglio. In fondo, pensa, è uno scambio equo. Anche se a letto non è mai stato né delicato né paziente, Colton ama le sfide, e giocare con Sophie potrebbe rivelarsi persino più eccitante del previsto. Sophie Evans non aveva altra scelta. La vita di sua sorella era in pericolo e per salvarla servivano soldi. Tanti, sporchi e maledetti soldi. Così ha accettato la proposta indecente di un esclusivo club per gentiluomini: mettere all’asta la propria verginità. Di certo non si aspettava che l’incontro con l’affascinante Colton Drake potesse regalarle un brivido inaspettato. E di colpo, la sua rabbia e la sua determinazione vacillano…
Dall’autrice bestseller Kendall Ryan, un peccaminoso e seducente romanzo di formazione, in cui tutto ha un costo ma l’amore ha il prezzo più alto.


RECENSIONE
Ho letto questo libro con molta titubanza. L'ottima valutazione data dagli utenti di goodreads.com, sito del quale mi fido ciecamente e che consulto prima di acquistare un libro, mi ha indotta ad acquistarlo e a leggerlo ma non senza quel pizzico di esitazione sulla storia raccontata. Ho mal guardato questo libro fin dal momento in cui si pre-annunciava la sua pubblicazione,in quanto non amo affatto le storie dark romance, piuttosto non le preferisco perchè in alcuni dark romance mi sono ritrovata a saltare così tante parti che del libro restava il niente ed ho preferito non farvene parola. Questo romanzo non ha nulla a che vedere con il dark romance, tutt'altro, vi conquisterà il personaggio maschile molto attento alle esigenze di una donna.
Questo romanzo è stato una sorpresa, divorato in un pomeriggio, in pochissime ore, e se siete al mare è la lettura adatta per voi, in quanto si legge tutto d'un fiato e non ne avrete abbastanza. La pecca del libro è il cliffhanger, argh! Vi ritroverete nell'ultima pagina in un baleno e il finale vi farà impazzire tanto da voler leggere subito dopo il proseguo del racconto. Questo basta per sapere che non ne avrete abbastanza del libro, ma ne vorrete sempre più.
Iniziamo ad entrare nel vivo della storia. Sophie ha fatto una scelta: ha deciso di vendere il suo corpo per sei mesi e con il compenso finalmente potrà pagare le cure mediche per curare sua sorella. Non avrebbe mai pensato Sophie di aver tutto quel coraggio da poter diventare la compagna sessuale di un uomo, che potrebbe farle ribrezzo, perchè quale uomo sarebbe così disperato da comprare una donna?
Eppure in quella sala, con tutti gli uomini che puntano i loro occhi sul suo corpo ne resta affascinata da uno in particolare: un uomo giovane, con un completo raffinato, mascella volitiva e occhi penetranti. Cosa ci fa un uomo così giovane in quella stanza? Sophie è incapace di staccarsi da quegli occhi così magnetici che cercano di rassicurarla e dirle che tutto andrà bene. Quell'uomo si batterà con altri affinché Sophie, una donna insicura ed inesperta, che ancora arrossisce per la sua nudità, diventi sua. C'è qualcosa in lei che cattura il bel giovane, anche se lo nega fin dall'inizio, ma in lei c'è quella purezza e genuinità che non ha mai conosciuto ed è per questo che Colton è disposto a pagare quattrini per quella donna. Un milione di dollari!!! Sophie non può credere alle sue orecchie, eppure è tutto vero, quell'uomo pagherà un milione di dollari per averla nel suo letto per sei mesi.

mercoledì 3 agosto 2016

'The Crown' di Kiera Cass | RECENSIONE

Buongiorno lettori, riprendo oggi a pubblicare recensioni. La prima recensione della settimana è sull'ultimo libro della serie 'The Selection' di Kiera Cass, dal titolo 'The Crown', edito da Sperling & Kupfer a maggio 2016.

 THE CROWN | KIERA CASS | 
THE SELECTION SERIES #5 (-0.4THE QUEEN -0.5THE PRINCE -1.THE SELECTION -2.THE ELITE -2.5THE GUARD -2.6THE FAVOURITE -3.THE ONE -3.1THE EPILOGUE -4.THE HEIR -5.THE CROWN)
YA/URBAN FANTASY | 300PP | SPERLING & KUPFER | 10/05/2016
35 pretendenti. Una principessa. Chi vincerà la nuova Selezione?
Nel regno di Illéa è iniziata una nuova era. E una nuova competizione. A vent’anni di distanza dall’inizio dell’amore tra America Singer e il principe Maxon, infatti, è la loro primogenita, Eadlyn, la protagonista della Selezione. Ora, anche per lei, è arrivato il momento di una scelta, la più difficile e la più importante. Perché Eadlyn mai avrebbe pensato di trovare l’amore proprio tra quei trentacinque pretendenti. Eppure, a volte, il cuore ha un modo tutto suo di sorprenderci.


RECENSIONE
Che gran peccato!!! Delusa ed amareggiata, ecco il mio status mode on, ora che mi accingo a scrivere la recensione dell'ultimo romanzo della serie 'The Selection'. Se avevo lodato e adorato la scrittrice nei suoi primi tre romanzi, quelli in cui narra la storia di Mason ed America, poco mi ha soddisfatto negli ultimi due, quelli in cui l'attenzione è puntata tutta su Eadlyn, futura regina di Illéa, figlia di re Mason e la regina America.
Non avrei mai pensato che la scrittrice avrebbe tradito le mie aspettative, credevo che con i suoi ultimi romanzi continuasse ad esercitare la sua magia, trasportandomi in un mondo di scarpette, balli e fate turchine, invece tutto è molto noioso. Con 'The Heir' ho fin da subito trovato ciò che non andava nel romanzo, la mia recensione, che potete leggere QUI, potrà chiarirvi il motivo per il quale con il libro non è stato amore a prima vista, in pochissime parole: Eadlyn, questa principessa altezzosa che guarda tutto e tutti con la puzza sotto il naso e con l'aria so-tutto-io e io-sono-più-potente-di-tutti.
Gli eventi che si sono susseguiti a Palazzo, raccontati da Kiera Cass nelle ultime pagine di 'The Heir', hanno il potere di far cadere dal piedistallo Eadlyn. Finalmente comprende cosa significa regnare, essendo ora una reggente, e comprende quanto sia importante prendere il posto dei suoi genitori, così da concedere loro un'esistenza più tranquilla, senza doversi preoccupare delle questioni di corte e del Paese. Eadlyn è pronta per governare, ma non può farlo sola. E' importante che abbia accanto a sè un uomo che non solo sia fedele e devoto alla sua regina, ma che abbia un cuore tutto per Eadlyn, che respiri per Eadlyn, che viva per Eadlyn. 
La principessa non cerca solo un compagno per la vita, cerca l'amore, quello che ti toglie il respiro e ti porta in paradiso in un battito di ciglia, quello che ti fa fermare il cuore l'attimo prima e battere furioso quello dopo. Eadlyn, come tutte le principesse, sogna l'amore ma non è ancora giunta a provarlo con i ragazzi superstiti della Selezione.

martedì 2 agosto 2016

Special Colleen Hoover • It ends with us

Buongiorno lettori, oggi è un giorno speciale per una delle nostre scrittrici preferite: Colleen Hoover. Da oggi è disponibile in tutti gli store il suo nuovo romanzo, dal titolo 'IT ENDS WITH US', un'altra storia che conferma la bravura della scrittrice, tanto da restare nella top ten authors.
In occasione di questa data voglio fare un focus on sulla scrittrice, sui romanzi pubblicati in Italia, ma soprattutto voglio parlarvi del nuovo romanzo, che spero di poter leggere in lingua italiana al più presto. 
Cosa troverete in questo post? Notizie sulla scrittrice, i link delle mie recensioni su i suoi romanzi pubblicati in Italia, informazioni, trama e citazioni tratte da 'IT ENDS WITH US'.

•COSA RACCONTA IL ROMANZO - Trama
"A volte è chi ti ama che ti fa più male."
Lily non ha mai avuto una vita facile, non ha mai smesso di lavorare duramente per la vita che desidera. Ha percorso una lungo cammino dalla piccola città del Maine, dove è cresciuta. Si è laureata al college, si è trasferita a Boston, e qui ha iniziato la sua attività in proprio. Quando prova qualcosa per lo splendido neurochirurgo di nome Ryle Kincaide, tutto nella vita di Lily sembra andare improvvisamente troppo bene perchè sia vero. 
Ryle è un uomo determinato, testardo, e forse un po' arrogante. E' gentile, brillante ed ha un debole per Lily. Il modo in cui indossa il suo camice non è niente male. Lily non può smettere di pensarlo, ma Ryle è contro le relazioni amorose. Anche se Lily è l'eccezione alla sua regola 'nessun appuntamento', non smette di chiedersi cosa sia successo in lui.
Le domande sulla sua relazione sentimentale sopraffanno Lily, tanto da farle pensare Atlas Corrigan, il suo primo amore, un legame con il passato, che si è lasciata alle spalle. Lui era un animo affine, il suo protettore. Quando Atlas improvvisamente riappare, ogni cosa costruita da Lily con Rile è minacciata. 
Con questo romanzo coraggioso e profondamente personale, Colleen Hoover ci offe una storia straziante che le spiana il terreno come scrittrice. Il libro è la combinaizone di una storia d'amore accativante con un cast di personaggi tutti troppo umani (reali), 'It ends with us' è una storia d'amore indimenticabile, che può avere un alto costo.

lunedì 1 agosto 2016

Cinque bookstagrammer preferiti | N°5:

Salve lettori, diamo il benvenuto al mese di Agosto con un post a mio dire davvero carino: 'Cinque bookstagrammer preferiti'. 
Chi sono i bookstagrammer? Non sono altro che utenti di instagram che pubblicano foto di libri. Ormai questa piattaforma ospita una grande quantità di utenti e molti di loro pubblicano tante foto, tutte meravigliose, si va dalle più semplici, ma non meno belle, alle più elaborate. E' molto difficile restringere il campo e scegliere solo cinque bookstagrammer, ma ci sono riuscita. Sicuramente questo sarà un topic che riprenderò tra qualche mese perchè ci saranno altri bookstagrammer che vorrò presentarvi.
Partiamo con questi primi cinque utenti...

@alice.in.wonderbookland - Cosa mi piace di alice.in.wonderbookland...
Ecco qui la mia instagrammer preferita in assoluto. Non so come faccia, ma riesce a pubblicare foto molto elaborate ma tutte bellissime. Non trovate mai solo un libro nelle sue foto, sono tutte ricche di oggetti o di uno sfondo che suggerisce quel tocco di originalità e personalità alla foto. Lasciatemi dire che Nikki ha una camera bellissima,  è una instagrammer che cura con attenzione i dettagli, infatti adoro le foto che ritraggono come sfondo la sua camera da letto, una novità molto carina.
Adoro le foto che la ritraggono, e anche i suoi calzini mi hanno conquistato. Non c'è una foto alla quale non darei un like. Voi, conoscete alice.in.wonderbookland?

@books_by_kathleen - Cosa mi piace di books_by_kathleen....
Ho conosciuto Kathleen per via di un hashtag e ho deciso di seguirla perchè curiosa di sbirciare le cover dei romanzi tedeschi, così da compararli con quelli italiani. Pian piano la blogger è diventata una delle mie preferite con il suo profilo IG molto variegato. Non trovate solo foto di libri ma anche di paesaggi, della blogger, composizioni floreali, il suo gatto, le sue tisane...Kathleen scatta ovunque e questo  è uno dei suoi pregi. In tal modo la sua raccolta di foto è eterogenea. Fateci un salto, le sue foto sono così graziose.

Se il post ti è piaciuto, lascia un commento. Risponderò presto!